Milonga Sauvage

Conversazioni di Tango per violino e pianoforte

Tango
domenica 11 agosto
Castello – Pianoro Occidentale
22.30

Argentina, Rio De La Plata, primi anni del ‘900. In un periodo storico di grande fermento si intrecciano le vite e le storie di gauchos, marinai creoli, africani, caribe ed europei. In questi anni prende forma il tango, una musica che racconta le loro storie, nata viaggiando e destinata a viaggiare per tutto il ventesimo secolo.

L’età dell’oro del tango comincia quando questa musica meticcia riempie i teatri di Londra e Parigi, evolvendosi da musica per le sale da ballo in una forma più raffinata, che attrae la sensibilità del pubblico per la sua miscela di elementi al contempo familiari e esotici.

Infine, nella seconda metà del secolo, il genio di Astor Piazzolla rompe gli stilemi del tango dando vita al “tango nuevo”, facendone una musica colta, mantenendone e a tratti esasperandone le radici popolari ma ampliandone la gamma di colori.

Il progetto Milonga Sauvage si propone di ripercorrere il viaggio del tango, dalle sue radici popolari alle forme più colte e raffinate. La base è quella classica di violino e pianoforte, con qualche incursione di altri strumenti. Milonga Sauvage racconta le storie legate a questa musica e ai suoi protagonisti coinvolgendo il pubblico in un viaggio “ad occhi e orecchie aperte” attraversando, andata e ritorno, l’oceano. Non mancheranno interpretazioni personali e brani inediti.

Davide Ceccato – violinista e polistrumentista, ama esplorare vari generi musicali, dalla musica popolare alla classica, “senza passare dal via”

Matteo Sarcinelli – giovane e talentuoso pianista e compositore, firma gli arrangiamenti e un brano inedito

© 2017 Artalort, Tutti i diritti riservati. Web design Matteo Lizzi | Site made by Marco Tonutto